18 MAGGIO 2014: IL GIRO D’ITALIA FA TAPPA SUL CIMONE

Home / News / 18 MAGGIO 2014: IL GIRO D’ITALIA FA TAPPA SUL CIMONE
Newsletter

Iscriviti per tenerti aggiornato sulle ultime novità e offerte di Cimone Sci!

18 MAGGIO 2014: IL GIRO D’ITALIA FA TAPPA SUL CIMONE

Sestola, 18 marzo 2014

Sestola si prepara al Giro d’Italia 2014. La nona tappa, con arrivo a Passo del Lupo (Sestola) domenica 18 maggio, parte da Lugo, in provincia di Ravenna e prevede un percorso di 174 chilometri. Si inizia con 115 chilometri di pianura. Il Giro arriverà in territorio modenese da Bazzano per poi transitare per Vignola, Marano, Pavullo, Fanano e da lì raggiungere Pian del Falco e l’arrivo a Passo del Lupo, a Sestola.
Previsti tre Gran Premi della Montagna: a Sant’Antonio (704 metri), a Rocchetta Sandri (689 metri) e all’arrivo a Passo del Lupo (1528 metri), mentre a Pavullo è in programma un Traguardo volante.

Suggestivo sarà il passaggio della carovana per i centri di Fanano e Sestola, poi si raggiungerà Pian del Falco lungo la vecchia strada un tempo utilizzata come pista da sci. Il finale sarà tutto da vedere con una salita di 30km: il tratto finale sarà il più intenso con pendenze medie dell’8% e punte del 13%. Negli ultimi 4km la strada si farà più pedalabile con l’arrivo a Passo del Lupo di Sestola. Ancora un arrivo in quota, quindi, nella nona tappa. Nel secondo weekend del Giro d’Italia, non solo si continuerà a salire lo stivale ma anche le strade continueranno a salire. Lo striscione di arrivo sarà a Passo del Lupo, quota 1.528 metri, subito dopo l’incrocio con la strada per il lago della Ninfa.

Dopo un giorno di riposo, martedì 20 maggio via con la decima tappa da Modena con arrivo a Salsomaggiore Terme. In territorio modenese, a Mirandola, è previsto il Traguardo volante dopo i primi 60 chilometri di corsa. Da Modena, il Giro partirà in direzione delle zone maggiormente colpite dal sisma del 2012 e passa per Castelfranco, San Giovanni in Persiceto, Crevalcore, Camposanto, San Felice sul Panaro, Mirandola e Concordia, per poi proseguire a Moglia e nel reggiano e poi a Parma, Fidenza e arrivo a Salsomaggiore.

LE INIZIATIVE “IN ROSA”
Tante le iniziative collaterali studiate per il passaggio della carovana “rosa”.
Si parte l’8 aprile. Nell’intento di promuovere i valori dello sport in occasione del passaggio del Giro d’Italia sulle strade modenesi, la Provincia ed il Comune di Modena hanno, fra le altre iniziative, incaricato l’agenzia di comunicazione FerrarieMaini di realizzare alcuni momenti aperti al pubblico. Le serate, sotto forma di aperitivi con i campioni, talk show, presentazione di interviste, partiranno l’8 aprile a Sestola, dove sarà ospite il CT della Nazionale di Ciclismo Davide Cassani. Il 15 aprile sarà la volta di Fanano, dove è prevista la presenza dei figli di Coppi e Bartali.
Si prosegue l’1 maggio, con una giornata in collaborazione con l’Autodromo di Modena. In attesa del passaggio della carovana rosa, a Sestola arriveranno straordinarie auto da corsa (Ferrari, KTM…) per vivere una giornata all’insegna delle emozioni legate alla velocità. Nel pomeriggio Lapam ha organizzato un incontro con il giornalista sportivo di QN Leo Turrini, che ripercorrerà le tappe del giro che si sono concluse o hanno attraversato il nostro Appennino. Ricordi e aneddoti di un appassionato che da bambino ha assistito all’arrivo di tappa a Pian del Falco, vinta dallo spagnolo Fuentes, e da adulto e da cronista ha vissuto da testimone tante tappe nel modenese. Sempre fianco a fianco dei grandi campioni dello sport. E proprio per un omaggio ad un grande campione della Formula 1, Ayrton Senna, del quale ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa il 1 maggio, Turrini concluderà l’incontro presentando il suo ultimo libro dedicato al campione brasiliano.
La sera cena ad invito presso il Grand Hotel San Marco, che vedrà la presenza di autorità e sportivi.
Un’anteprima della tappa del Giro d’Italia si potrà vivere il 4 maggio grazie al raduno ciclistico a squadre organizzato in collaborazione con la UISP di Modena e la Polisportiva Spilambertese. Partenza da Spilamberto, l’unica differenza è legata all’arrivo che sarà a Sestola anziché a Passo del Lupo. Proprio a Sestola è prevista una sosta con ristoro in piazza Passerini, dopodiché il rientro su Spilamberto con premiazione delle squadre partecipanti.
Tutto il comprensorio sarà poi in festa nel giorno che precede il passaggio del Giro d’Italia. In particolare, il 17 maggio, è stata organizzata una cena a tappe tra Sestola e Fanano. Si parte nel pomeriggio a Fanano, con dimostrazione di byke trial in paese, degustazioni ed animazione anche per i più piccoli. A Sestola tanti i menù a scelta che i ristoranti metteranno a disposizione.
In serata, spettacolo di cabaret presso il cinema Belvedere di Sestola, sponsorizzato da Banca Mediolanum.
La nona tappa del Giro D’Italia 2014 lascerà traccia di sé anche negli album di filatelia. Per l’importante evento sportivo, Poste Italiane ha infatti realizzato uno speciale annullo filatelico, che imprimerà su cartolina il ricordo di una giornata di grandi emozioni, non solo per gli appassionati di ciclismo. L’annullo postale potrà essere richiesto allo speciale sportello delle Poste Italiane presso lo IAT, Ufficio Turistico di Sestola, in corso Umberto 5, nella giornata del 18 maggio.

LA PAROLA AI RELATORI

Paolo Ferrari, Presidente Comitato Organizzatore Tappa Giro d’Italia:
“Un momento storico, una grande opportunità per il nostro Appennino. Per questo abbiamo deciso di dare vita un Comitato Organizzatore e creare una serie di iniziative che accompagneranno gli appassionati della carovana rosa e non solo. Per oltre un mese, dall’8 aprile al 18 maggio, saranno davvero tanti i momenti in cui vivere le emozioni del Giro d’Italia e scoprire il nostro Appennino”.
Marco Bonucchi, sindaco di Sestola:
“Sestola è pronta. Siamo molto soddisfatti dell’arrivo della tappa a Passo del Lupo. Un’iniziativa nata insieme al Comune e alla Provincia di Modena che hanno avuto un ruolo decisivo per costruire una tre giorni in cui terremo viva l’attenzione sulle zone terremotate”.
Giuliano Grani, Consorzio del Cimone:
“Un grande evento che collega tutto un bacino, che vuole relazionarsi in modo sempre più sinergico con l’offerta turstica del nostro territorio. Sarà una straordinaria occasione di promozione e visibilità per il Cimone, per il nostro comprensorio, il cui perno ruota da sempre attorno allo sci”.
Aurelio Marchioni, Presidente Consorzio Albergatori:
“Siamo pronti con tanti pacchetti e promozioni “in rosa”. Ci saranno davvero tante occasioni per ripercorrere la tappa modenese del Guro d’Italia prima e dopo il passaggio della carovana. Almeno una 40ina le attività turistico-ricettive che hanno aderito, da tutti e quattro i comuni del comprensorio del Cimone. Per maggiori informazioni vi ricordiamo il sito www.cimoneholidays.com”
Angelo Borghi, Autodromo Modena:
“Vogliamo creare una Rete delle eccellenze del nostro territorio. Intendiamo sviluppare attività anche nel settore delle corse ciclistiche. Per esempio, il giorno successivo al passaggio della tappa del Giro d’Italia (19 maggio 2014), cercheremo di portare all’Autodromo di Marzaglia le vecchie glorie del ciclismo. Il 16 giugno ci sarà il Memoria Erio Ferrari. Una grande occasione per lanciare nuove forme di collaborazione e attirare nuovi turisti a appassionati di sport”.

PARTNER

© CONSORZIO STAZIONE INVERNALE DEL CIMONE - p.iva 00653720367
piste_03